Gli interventi in ambito scolastico sono mirati ad armonizzare tutte le aree in cui si manifesta la personalità dell'essere umano (piano relazionale, corporeo/motorio, cognitivo, emotivo e spirituale).


L'educazione alla convivenza civica è una delle tematiche privilegiate di lavoro per un numero sempre maggiore di scuole. 
Le ragioni di questo vanno cercate nella sempre più diffusa sensibilità su questi grandi temi, nel fatto che tali interventi - pur incontrando ed interessando una pluralità di discipline didattiche - non si propongono come "materia di insegnamento" e producono momenti di originale sintesi tra acquisizione di conoscenze, di competenze e di abilità ed interiorizzazione di valori educativi centrati sul rispetto di sé, sul rispetto dell'altro e sul rispetto delle cose e dell'ambiente. 

Metodologia
La metodologia di approccio e di intervento parte da una pedagogia del "fare", e non soltanto del "sapere". La "nonviolenza" non viene vista solo come un'idea e un'intenzione, ma come un fare, una prassi dinamica che si richiama ai metodi della nonviolenza così come sono stati elaborati sia dalla tradizione orientale (Gandhi), sia da quella occidentale (Tolstoj - Capitini - Dolci - Don Milani - Lanza del Vasto - M.L. King). Tali metodi includono anche la pratica dello yoga di cui la nonviolenza é il primo gradino.  Il Melograno inoltre mette annualmente a disposizione della Scuola di Pace un ciclo di conferenze e seminari pubblici legati a temi sulla nonviolenza

I corsi di educazione alla non violenza attraverso lo yoga per bambini e adolescenti 
I corsi sono realizzati in convenzione con il Quartiere Savena - Comune di Bologna, sono gratuiti e si svolgono durante l'orario scolastico. 

Il centro di educazione alla convivenza civica attraverso il metodo non violento 
"Melograno" mette a disposizione l'esperienza, la strumentazione e l'organizzazione dei suoi spazi per far sperimentare ai ragazzi il metodo che ha la finalità di educare alla consapevolezza del corpo, del gesto e del respiro. 

Il corso si pone di perseguire obiettivi specifici:
  1. L'acquisizione della non violenza in funzione della formazione di una personalità equilibrata e stabile;
  2. L'apprendimento di tecniche respiratorie, tecniche di rilassamento e di movimento armonico che permettono di perseguire uno stato di benessere psicofisico;
  3. La formazione del carattere attraverso le qualità che il metodo tende a sviluppare (rigore, disciplina, accettazione del limite, forza, abbandono, autonomia, armonizzazione con il gruppo).

Contatti e richiesta di informazioni: rivolgersi in segreteria.